Più resistenza e meno stress fisico con il benessere naturale dei funghi funzionali

 200 total views

2 ore di palestra, 45 minuti di nuoto, 1 ora di corsa e così via fino a riempire quasi tutti i giorni della settimana. Se seguiamo una tabella di marcia simile è perché ci stiamo preparando a una gara o perché vogliamo raggiungere un determinato modello fisico, senza renderci conto il corpo e la mente ci implorano di trovare il tempo anche per riposare. In questo caso possiamo agire in due modi: dormire di più o iniziare a consumare i funghi funzionali, di cui sentiremo molto parlare quest’anno.

Ma cosa sono e cos’hanno di speciale i funghi funzionali?
Se integrati in una dieta equilibrata, aiutano a ridurre gli effetti della “sindrome da sovrallenamento” cioè quando l’intensità e la frequenza dell’esercizio fisico superano la nostra capacità di recupero. Grazie alle loro straordinarie funzioni fisiologiche, questi funghi contribuiscono soprattutto a stabilizzare la frequenza cardiaca a riposo e la pressione sanguigna, a ridurre la stanchezza cronica e ripristinano la forza muscolare. Sono quindi indicati per raggiungere uno stato di salute ottimale.

I funghi come medicina naturale contro lo stress fisico

I funghi funzionali sono chiamati anche “medicinali”, perché considerati dei tonici naturali che contrastano l’invecchiamento, migliorano la gestione dello stress e ripristinano l’equilibrio generale dell’organismo. Ricchi di vitamine, minerali e molecole farmacologicamente bioattive, i funghi medicinali sono quindi una preziosa fonte di composti biologicamente attivi che contrastano i radicali liberi e hanno un’azione antiinfiammatoria, antibatterica, antivirale e antidiabetica. Proprio per queste loro proprietà, sono sempre più utilizzati nell’ambiente sportivo agonistico sotto forma di integratori alimentari o come ingredienti di bevande in bottiglia, caffè, frullati e tè, poiché migliorano la capacità di adattamento all’esercizio fisico e soprattutto il recupero post attività fisica.

I migliori funghi per il benessere naturale degli sportivi

La lista di funghi medicinali è lunga, ma ce ne sono due in particolare che i professionisti del settore consigliano agli atleti sportivi: il Cordyceps e il Ganoderma lucidum o Reishi. Il primo, detto anche “fungo della longevità”, contiene cordiceptina e acido cordiceptico, due componenti che aumentano l’ossigenazione del sangue del 30% migliorando così le prestazioni aerobiche e l’eliminazione dell’acido lattico dopo sforzo. Il secondo, invece, apporta degli effetti benefici al sistema nervoso, ai muscoli, ossa, cuore e ormoni. Il Reishi possiede infatti un’elevata concentrazione di germanio, che aumenta l’ossigenazione, e di adenosina, che aiuta la dilatazione dei vasi sanguigni permettendo così ai muscoli di ricevere maggiori quantità di sangue, nutrienti e ossigeno per una resa più potente nello sforzo.

Leggi tutto