Aqua balancing: una fonte di benessere naturale

 139 total views

L’acqua è un elemento vitale a cui sono collegati forti valori ancestrali: ci riporta alle origini, al grembo materno, ma anche alla sfera “liquida” delle emozioni e ai riti di purificazione. Per queste sue virtù l’acqua può diventare un ambiente di benessere naturale, una sorta di “culla” dove rinascere, uno stato ideale per ritrovare armonia ed equilibrio.

Proprio da queste tematiche, unite a un’interpretazione delle teorie di Osho, secondo cui per eliminare contratture e fastidi fisici è necessario risalire alle loro cause emozionali, nasce l’Aqua Balancing. Si tratta di una disciplina elaborata all’inizio degli anni Novanta da un gruppo di terapiste tedesche che hanno trasferito in acqua il rebalancing, una tecnica che unisce massaggio, respirazione, bioenergetica e meditazione.

Abbandonarsi ad un completo relax

L’Aqua balancing prevede un lavoro corporeo in acqua calda (34-36°C) finalizzato al raggiungimento di una profonda armonia attraverso tecniche di massaggio dolce, mobilizzazione delle articolazioni, stretching, rebalancing, attivazione dell’energia e del respiro. Una disciplina che, attraverso l’abbandono di se stessi ai movimenti di un conduttore, chiamato balancer, permette di raggiungere una piacevole sensazione di relax che porta a sciogliere le rigidità muscolari.

Fondamentale, per la buona riuscita, l’empatia tra il balancer e la persona, che a lui si affida completamente senza opporre resistenza, lasciandosi andare a trascinamenti e immersioni compiuti tramite movimenti lenti e sinuosi, per lo più improvvisati, fatti nascere in modo intuitivo tramite l’ascolto sensoriale. 

L’Aqua balancing è indicato nei casi di emicrania, cervicalgia, mal di schiena, blocco del bacino e nelle situazioni di recupero post traumatico. È efficace per superare problemi di ansia, stress, insonnia e paure. Aiuta inoltre a conoscere ed accettare il proprio corpo e a ritrovare agilità e grazia nei movimenti. 

Una pratica semplice e adatta a tutti

Una seduta di Aqua balancing solitamente dura un’ora e può svolgersi singolarmente o in gruppo. È una disciplina di benessere naturale adatta a persone di ogni età, ed è priva di controindicazioni.

Le fasi di pratica sono tre:

  1. Esercizi su tubi galleggianti e rulli, massaggi e movimenti di allungamento passivo.
  2. Sequenze armoniche per sciogliere le articolazioni e allungare la colonna vertebrale, generando una sensazione di relax.
  3. Lenti movimenti a spirale, onde e dondolii subacquei mirati al raggiungimento di uno stato prossimo alla meditazione.