• Home
  • diNews
  • Il calendario vaccinale detta nuove regole per la salute dei cittadini

Il calendario vaccinale detta nuove regole per la salute dei cittadini

345

Fra gli argomenti più dibattuti in questi ultimi anni, quello dei vaccini occupa sicuramente un posto di primo piano. Al di là delle prese di posizione di leader politici e persone comuni, di chi è a favore o contrario, la cosa certa per il Ministero della Salute è che i vaccini salvano la vita ed è importante seguire le modalità e tempi di somministrazione indicati nel calendario vaccinale incluso nel Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale.

 

Il Decreto legge vaccini per contrastare un dato allarmante in Italia

 

Il Decreto legge del 7 giugno 2017, n. 73, ha modificato il calendario vaccinale, aumentando da 4 a 10 il numero delle vaccinazioni obbligatorie previste nell’arco di tempo che intercorre fra l’infanzia e l’adolescenza. Questa implementazione è stata necessaria per contrastare un fenomeno progressivo e allarmante che ha portato la copertura vaccinale media del nostro paese al di sotto del 95%. Questa è la soglia minima raccomandata dall’Organizzazione mondiale della sanità per assicurare e proteggere anche coloro che, per motivi di salute o perché nessuno se ne preoccupa, non possono essere vaccinati e sono maggiormente esposti a contrarre virus letali per la salute. La copertura vaccinale in Italia è diminuita in modo preoccupante già dal 2011, quando si è registrato un crollo del 5,3% per il vaccino antimorbillo. L’Italia nel 2017 compariva al sesto posto in tutto il mondo per casi di morbillo.

 

10 Vaccinazioni obbligatorie da 0 a 16 anni

 

I minori di età compresa fra zero e sedici anni nati dal 2017 in poi, in base al calendario vaccinale, dovranno obbligatoriamente, ma in forma assolutamente gratuita, sottoporsi ad alcune vaccinazioni. Per coloro che sono nati dal 2001 al 2016, restano in vigore le vaccinazioni presenti nel calendario vaccinale nazionale nel rispettivo anno di nascita.

 

Le vaccinazioni obbligatorie da 0 ai 16 anni sono

·      anti-poliomielitica

·      anti-difterica

·      anti-tetanica

·      anti-epatite B

·      anti-pertosse

·      anti-Haemophilus influenzae tipo b

·      anti-morbillo

·      anti-rosolia

·      anti-parotite

·      anti-varicella

 

Nuove indicazioni per adolescenti, adulti e anziani

 

Il calendario vaccinale non si limita a dare indicazioni solo per la somministrazione dei vaccini obbligatori. Infatti, suggerimenti importanti vengono dati per la salute dei cittadini a tutte le età, a prescindere dall’obbligo di legge. Si tratta di vaccinazioni che sono fortemente consigliate dal Ministero della Salute perché possono essere determinanti per il benessere di tutti. In modo particolare, per contrastare l’Hpv, una delle malattie più gravi e diffuse del nuovo millennio, consiglia la somministrazione dell’anti-papilloma virus agli adolescenti, questo vaccino va fatto a 11 anni ed è gratuito.  Mentre agli adulti, nell’ottica di una prevenzione che possa sostenerli in buona salute fino a tarda età, vengono suggeriti l’anti –influenzale a 64 anni, l’anti-zoster e l’anti-pneumococcica a 65 anni.

 

Fonti:

 

http://www.salute.gov.it/portale/vaccinazioni/dettaglioContenutiVaccinazioni.jsp?lingua=italiano&id=4829&area=vaccinazioni&menu=vuoto

http://www.adnkronos.com/salute/sanita/2018/02/21/vaccini-italia-dopo-legge-sull-obbligo_j3zZ0daTG7EYWGzXRjDd8M.html

Articoli correlati

SCRIVI IL TUO COMMENTO