• Home
  • diHealth
  • I migliori integratori per i problemi alla prostata

I migliori integratori per i problemi alla prostata

1.628K

La prostata è una ghiandola che fa parte dell’apparato riproduttivo maschile, si trova sotto la vescica e davanti al retto. La sua funzione è quella di produrre il fluido prostatico che è una delle principali componenti del liquido seminale. La sua attività quindi è fondamentale per produrre il testosterone nello sperma e aumentare di conseguenza la qualità e la velocità degli spermatozoi.

Il suo volume e il suo peso con l’avanzare dell’età tendono ad aumentare, questo è causa di tanti problemi e bruciori alle vie urinarie, che nel tempo, se trascurati, possono dar dare vita a serie complicazioni e modificare la qualità della vita sociale e relazionale della persona.

Queste alterazioni, oltre a generare disturbi di tipo irritativo e ostruttivo, possono alterare lo stimolo alla sessualità fino ad inibirlo e aumentare il rischio di cancro alla prostata.

I sintomi:

Disturbi di tipo irritativo:

  • Bisogno di urinare frequentemente, soprattutto di notte
  • Necessità improvvisa di urinare
  • Dolore e bruciore durante la minzione
Disturbi di tipo ostruttivo:
  • Flusso di urina debole e intermittente
  • Sensazione di incompleto svuotamento della vescica
  • Difficoltà a iniziare la minzione
  • Fuoriuscita di alcune gocce di urina dopo la minzione

Con l’assunzione di quelli che sono considerati i migliori integratori per i problemi alla prostata, è possibile alleviare molti fastidiosi disturbi e ritrovare il benessere anche senza ricorrere ai farmaci, così da evitare gli effetti collaterali sull’organismo di una terapia a lungo termine. Infatti, attraverso l’uso attento di alcuni integratori alimentari, possiamo evitare o dire addio a quei comportamenti dettati dalla patologia, che possono creare frustrazioni e disagi psicologici, minare i rapporti di coppia, la performance lavorativa e la vita sociale. I disturbi alla prostata colpiscono il 25% degli uomini fra i 40 e i 49 anni e il 50% dopo i 50 anni. Non bisogna averne paura, si possono curare ed è possibile intervenire ai primi sintomi in maniera naturale e progressiva.

Minerali, vitamine ed estratti di piante sono i migliori integratori per la prostata

Gli integratori alimentari sono utili per colmare una carenza nutrizionale o aiutare l’organismo a svolgere le sue comuni funzioni o a migliorarle. Quando siamo sotto stress, o sottoposti ad un’intenza attività fisica o sofferenti, il corpo umano ne richiede più del solito. In questi casi è utile ricorrere agli integratori, perché se scelti con attenzione, possono veramente contribuire a migliorare la qualità della vita. L’importante è conoscere le sostanze e i minerali che agiscono in maniera specifica sul problema, per essere certi che stiamo scegliendo i prodotti giusti.

Integratori naturali: 5 ingredienti efficaci per alleviare i fastidi legati ai problemi della prostata
  • Serenoa Repens
  • Boswellia
  • Zinco
  • Selenio
  • Vitamina D

SERENOA REPENS ha la capacità di migliorare la funzionalità della prostata e di stimolare il flusso urinario. Regola il livello del testosterone, limita la proliferazione cellulare che è la causa dell’ingrossamento e infiammazione della prostata.

BOSWELLIA esercita un’azione antinfiammatoria e analgesica, riducendo dolore e gonfiore. Agisce direttamente sulle fibre muscolari del tessuto prostatico e migliora la minzione. Questo estratto non deve mai mancare fra quelli indicati come i migliori integratori per la prostata, perché agisce sull’infiammazione, causa scatenante di tutti i disturbi.

ZINCO questo minerale contribuisce alla produzione di testosterone. Aiuta a migliorare la qualità e la mobilità degli spermatozoi, diminuisce il rischio di cancro alla prostata e inibisce l’alterazione dello stimolo alla sessualità.

SELENIO è un costituente del liquido seminale e facilita la spermatogenesi.

VITAMINA D svolge tantissime funzioni, soprattutto mantiene sane le cellule di tutto il corpo. La sua capacità anti proliferativa delle cellule prostatiche rallenta la crescita di quelle maligne.

Fonti:

http://www.notiziariochimicofarmaceutico.it/?s=+prostata

http://www.inpharmamag.it/?s=prostata

https://www.medicinapertutti.it/argomento/struttura-della-prostata/

https://www.ok-salute.it/diagnosi-e-cure/ipertrofia-prostatica-benigna-prostata-ingrossata-cause-sintomi-diagnosi-cure/

SCRIVI IL TUO COMMENTO