• Home
  • diHealth
  • Gambe stanche e appesantite dal caldo estivo? Ecco alcuni rimedi naturali per contrastare l’insufficienza venosa

Gambe stanche e appesantite dal caldo estivo? Ecco alcuni rimedi naturali per contrastare l’insufficienza venosa

192

La sensazione di avere caviglie gonfie, gambe stanche e pesanti è un fastidio che coinvolge in particolare le donne e che peggiora soprattutto in estate, quando le temperature sono altissime. Il caldo influisce molto sulla circolazione arteriosa e venosa poiché la vasodilatazione delle vene e del microcircolo rallentano il ritorno del sangue dagli arti inferiori al cuore e comporta un ristagno di liquidi. Tuttavia, il caldo non è l’unico responsabile dell’insufficienza venosa. Vediamo quali possono essere le altre cause di questo disturbo.

Le origini dell’insufficienza venosa

L’insufficienza venosa può avere quattro tipi di origine:

  • Meccanica, ossia quando c’è un’incontinenza delle valvole contro il reflusso di sangue verso il basso
  • Infiammatoria, cioè quando i tessuti dei vasi sanguigni, linfatici e del cuore perdono di elasticità e non funzionano come dovrebbero
  • Edematosa, quando si accumulano molti liquidi nel tessuto sottocutaneo
  • Metabolica, quando si presenta una disfunzione dell’apparato circolatorio per via dell’ossidazione dei lipidi circolanti o per problemi di eccessiva coagulazione

Le cause di una cattiva circolazione sanguigna degli arti inferiori sono diverse; può avere carattere ereditario o può essere la conseguenza di uno stile di vita non corretto: per esempio avere un’alimentazione poco sana, stare troppe ore seduti o al contrario passare troppo tempo in piedi. In generale, il gonfiore e il senso di pesantezza alle gambe causato dall’insufficienza venosa, seppur fastidioso e antiestetico, può essere trattato con dei rimedi naturali efficaci.

 Gli estratti naturali amici della circolazione arteriosa e venosa

Che sia il caldo estivo o uno stile di vita sedentario, i problemi circolatori alle gambe possono essere prevenuti e trattati assumendo integratori alimentari o utilizzando creme a base di estratti completamente naturali. Ma quali sono le sostanze vegetali dall’effetto flebotonico?

  • Mirtillo: questo piccolo frutto blu ha numerose proprietà antiossidanti, fortifica i capillari e protegge i tessuti dei vasi sanguigni.
  • Ippocastano: la forza terapeutica di questa pianta sta nel suo fitocomplesso, l’escina che favorisce la vasocostrizione e migliora il tono venoso. Inoltre, l’ippocastano ha un’azione antinfiammatoria, antiedematosa e favorisce il drenaggio dei liquidi.
  • Rusco: efficace contro dolori, crampi e senso di pesantezza alle gambe, questa pianta ha una spiccata attività flebotonica data dalle ruscogenine che aumentano il tono venoso e rendono elastici i vasi capillari.
  • Ribes nero: riduce le vene varicose favorendo la circolazione venosa. Inoltre, rafforza il sistema immunitario e aiuta a combattere varici, pesantezza alle gambe, emorroidi e altri fastidi legati a un cattivo funzionamento dell’apparato circolatorio.
  • Scutellaria: pianta efficace contro l’ipertensione arteriosa, vene varicose e lividi.
  • Plygonum: pianta dalle proprietà antiossidanti e che aiuta il drenaggio dei liquidi corporei.
  • Gynostemma: ancora poco conosciuta, questa pianta di origine cinese ha la capacità di indurre il rilascio di ossido nitrico (NO), un processo fisiologico che determina la vasodilatazione migliorando il flusso sanguigno.
  • Centella: è ricca di saponine triterpeniche che migliorano la circolazione venosa stimolando i fibroblasti delle cellule che sintetizzano il collagene. Migliora inoltre la tonicità della cute e favorisce la formazione di nuove cellule in caso di ferita.
  • Salix Alba: meglio conosciuto come salice bianco, è una pianta nota per le proprietà analgesiche e antinfiammatorie, inoltre è ricca di salicina che migliora la fluidità del sangue grazie alle sue proprietà antiaggreganti.

Gambe leggere con l’attività fisica

Per migliorare la circolazione arteriosa e venosa degli arti inferiori è importante affiancare agli integratori alimentari naturali anche una sana alimentazione e dell’esercizio fisico. Il moto e l’attività fisica attivano infatti la circolazione tra piede e muscoli del polpaccio permettendo alle vene delle gambe di spingere il sangue verso il cuore senza affaticare troppo pareti e valvole. Per contrastare l’insufficienza venosa e avere gambe leggere non è necessario sottoporsi a un eccessivo sforzo fisico, basta anche una semplice camminata di un’ora, fare cyclette o esercizi di aerobica, l’importante è che sia un’abitudine quotidiana.

Fonti:

https://www.insalutenews.it/in-salute/estate-e-caldo-10-semplici-mosse-per-gambe-leggere-e-in-salute/
https://www.saperesalute.it/gambe-piu-leggere-con-lesercizio-giusto

Articoli correlati

SCRIVI IL TUO COMMENTO