• Home
  • diFood
  • L’importanza della dieta mediterranea: per dimagrire 2 chili, stare in salute e vivere più a lungo

L’importanza della dieta mediterranea: per dimagrire 2 chili, stare in salute e vivere più a lungo

250

Riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio immateriale dell’umanità, la dieta mediterranea è soprattutto uno stile di vita da seguire a lungo termine per prevenire o diminuire il rischio di malattie come obesità, diabete, ipertensione, disturbi digestivi e diversi tipi di tumore. Tipica delle zone del Mediterraneo, questo regime alimentare predilige l’assunzione di alimenti semplici come cereali, legumi, frutta, olio d’oliva e pesce, mentre riduce, ma non proibisce, il consumo di carne, latte, formaggi, uova e altri grassi di origine animale.

Il giusto apporto di carboidrati, grassi e proteine.

La dieta mediterranea per dimagrire 2 chili, mantenersi in salute e proteggere l’organismo è sicuramente la strada più raccomandata dai medici per assicurare al nostro corpo un apporto adeguato di nutrienti: è ricca in sali minerali e polifenoli, quindi è antiossidante, e si basa su cibi naturali e poco elaborati. Ma qual è il rapporto corretto tra i macronutrienti energetici? Il 55-60% deve provenire da carboidrati, il 25-30% da grassi e solo il 12-15% da proteine. In termini più semplici, gli alimenti che non devono mai mancare sulla nostra tavola sono: pane, cereali integrali, pasta, frutta e verdura (fonte di carboidrati a basso indice glicemico), sapientemente combinati con proteine magre, per esempio legumi, pesce azzurro, latticini, carni bianche, uova, e una moderata quota di grassi vegetali come l’olio d’oliva. Dolci e carne rossa, invece, devono essere consumati una volta al mese. La dieta mediterranea, per dimagrire 2 chili per esempio, si dimostra completa, equilibrata e facile da seguire rispetto ad altri modelli generalmente più restrittivi. Inoltre, per godere al massimo dei sui benefici, è importante svolgere una regolare attività fisica per perdere peso in modo sano e definitivo.

Uno stile di vita mediterraneo contro le malattie del benessere

Grazie al Seven Coutries Study, studio condotto da Ancel Keys e Paul White, la dieta mediterranea è stata riconosciuta da organizzazioni internazionali quali FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations) e OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) come modello alimentare per prevenire le malattie croniche non trasmissibili (MNT), nate con il miglioramento delle condizioni economiche e di vita. Parliamo di malattie cardiovascolari che rappresentano il 48% delle MNT, seguite dai tumori con il 21%, delle patologie respiratorie croniche (12%) e il diabete con il 3,5% (La Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento, Prof. Antonio De Lorenzo, ordinario presso la Sezione di Nutrizione clinica e nutrigenomica, Università di Tor Vergata, Roma). Quali sono quindi gli effetti della dieta mediterranea? Per dimagrire 2 chili è sicuramente indicata, ma svolge soprattutto un prezioso effetto preventivo contro queste malattie “del benessere”, poiché apporta pochi grassi saturi, è ricca di fibre alimentari che regolano la glicemia, abbonda di acido oleico, acidi grassi essenziali omega 3 e omega 6, e di antiossidanti che ci aiutano a combattere l’invecchiamento.

Fonti

La Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento, Prof. Antonio De Lorenzo, ordinario presso la Sezione di Nutrizione clinica e nutrigenomica, Università di Tor Vergata, Roma.

Articoli correlati

“Prevenire è meglio che curare”. Un aforisma apparentemente banale, ma con un messaggio potente e sempre attuale, soprattutto quando si parla di salute. Secondo i dati 2017 presentati dall'Associ

SCRIVI IL TUO COMMENTO